E’ stato siglato recentemente tra l’Ania e alcune associazioni dei consumatori il nuovo accordo sulla conciliazione paritetica che consente ai cittadini la possibilità di risolvere in maniera più rapida ed economica le controversie e alle imprese di contenere i costi del contenzioso.

La conciliazione paritetica riguarda le controversie sui sinistri Rc auto di valore non superiore a 15 mila euro...

La procedura si attiva su input del danneggiato per il tramite di una associazione di consumatori. Successivamente, la controversia viene discussa da una camera di conciliazione composta da un rappresentante delle imprese ed uno dei consumatori. La procedura si chiude nell’arco di trenta giorni.

Poichè molte sono le controversie che insorgono per risarcimenti da RC auto che vedono coinvolto un autoriparatore, direttamente (mediante cessione del credito) o indirettamente, c’è da chiedersi perchè non sia stato interessato anche un rappresentante, scelto fra le maggiori associazioni degli autoriparatori.  Forse un accordo a tre sarebbe stato maggiormente pubblicizzato fra gli interessati (così come auspicato dall’IVASS) e sicuramente avrebbe raggiunto lo scopo di contribuire al contenimento dei costi dei risarcimenti e sui livelli delle tariffe Rc auto.

Autoinforma


Non hai i diritti per inviare commenti

1 1

GENERALICAR

generali 300x250