La VI Commissione Finanze della Camera sta decidendo su tabelle per la quantificazione del danni fisici superiori al 9% e un maggior controllo dei risarcimenti per i veicoli (decisione ad oggi rinviata). Non è questa una novità, analoghe richieste erano state vagliate precedentemente da altra commissione e ancora prima da altri esponenti politici il tutto rimasto lettera morta se non sospeso [...]

Essere attenti a quello che succede è oggi indispensabile per poter difendere i propri interessi, ma occorre anche utilizzare strategie che siano efficaci, mantenere semplicemente un propria ferma posizione di contrarietà delle associazioni sugli eventuali provvedimenti presi, probabilmente da sola non è sufficiente.  La protesta di centinaia di carrozzieri che si vedono paventare lo spauracchio del “ risarcimento in forma specifica” legalmente riconosciuto e plafonato, è lecita ma a nostro avviso poco efficace poichè sposta il problema dalla “politica” alla pressione mediatica. Occorre invece far conoscere e motivare nel dettaglio agli onorevoli preposti le ragioni per cui si ritiene ingiusto un provvedimento del genere, ciò non è sufficiente, occorre mettere anche in evidenza quelli che potrebbero essere gli aspetti positivi e nagativi di una tale risoluzione visti nel contesto nazionale e europeo. Ma ancora non basta! è necessario che a quei signori, più o meno preparati in materia, vengano suggerite anche delle alternative: logiche, praticabili che non siano solo una mera difesa di categoria ma vadano anche a salvaguardia degli interessi dell’intera collettività. Far sapere che 10, 100, 1000 non sono d’accordo – forse – da solo non sortisce l’effetto desiderato.

Forza e coraggio!

Autoinforma

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

1 1

GENERALICAR

generali 300x250