Attraverso  AGENPARL – Agenzia parlamentare informazione politica economica e sociale, il sottosegretario Vicari sulle domande (proteste) circa la riforma dell’RCA penalizzante la categoria dei carrozzieri, risponde:

“Non c’è alcuna volontà di danneggiare i carrozzieri italiani, di questo ne sia certo il Presidente di Federcarrozzieri [….]

Piuttosto, al Ministero dello Sviluppo economico, è in corso una discussione franca ed aperta, attraverso un apposito tavolo di lavoro da me presieduto, per definire gli ulteriori interventi di riforma del sistema dell’Rc auto nell’ottica di una riduzione delle tariffe e dell’aumento delle tutele per i consumatori. Da parte mia c’è grande sensibilità verso la categoria, dimostrato con il lavoro svolto nella passata legislatura in qualità di relatore sul decreto liberalizzazioni, quando mi battei per togliere l’obbligo di riparazione solo presso le officine gradite alle compagnie, di cui adesso parla (…..). Nella proposta allo studio del tavolo di lavoro non c’è traccia di tale obbligo, piuttosto stiamo lavorando su alcune ipotesi affinché il cliente sia libero di scegliere. Spiace che, ovviamente in buona fede, ciò non sia stato compreso. L’intento è creare quelle condizioni che consentano una riduzione dei costi. L’invito è quindi ad evitare reazioni ed atteggiamenti corporativi e di discutere serenamente, nella convinzione che nessuno vuole mettere in crisi o distruggere il settore dell’autoriparazione in Italia, ma anzi svilupparlo in maniera più coerente con quello che è lo scenario europeo”.”

Autoinforma


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

1 1

GENERALICAR

generali 300x250