Valutazioni tecniche
Stima del danno auto
Seminari
Tecniche riparative - Gestione del sinistro - Assistenza aziendale
Blog
Notizie, curiosità, informazioni
Adesivi e sigillanti
Seminario sul corretto utilizzo di adesivi e sigillanti
I nuovi materiali nella costruzione degli autoveicoli
Acciai alto resistenziali e Leghe di alluminio
La gestione del sinistro
Gestire il sinistro in carrozzeria
Furto - Incendio - Kasko
Interpretare correttamente le garanzie CVT nella liquidazione del danno
 
 
 

C’è chi grida al lupo, mentre gli altri avanzano imperterriti perseguendo i propri obiettivi. Un gruppo di carrozzieri protesta, mentre le Compagnie di assicurazioni, incuranti delle grida, continuano nei loro programmi finalizzati al controllo del risarcimento dei danni da RCA intervenendo sul processo di riparazione dei veicoli e – quindi – sui costi. Hanno torto le compagnie ad agire così? Vediamo se è vero [...]

Estremizzando, se le Assicurazioni avessero la possibilità di gestire in proprio le riparazioni potrebbero assorbire la maggior parte del lavoro di riparazione con la conseguente scomparsa di buona parte delle imprese artigiane ad esso dedicate. Se questo aspetto lo vediamo sotto il profilo del carrozziere sarebbe una tragedia, se invece lo osserviamo sotto il profilo del consumatore, potrebbe addirittura diventare un vantaggio, se associato a sconti, servizi e snellimento burocratico. Tutto ciò è per fortuna pura utopia, le Assicurazioni non hanno alcun interesse a creare strutture riparative con tutte le problematiche connesse, hanno già a disposizione una moltitudine di autoriparatori che fanno al caso loro assumendosi la responsabilità di quello che fanno a costi convenuti. Certo, lo sappiamo che il cittadino deve poter scegliere liberamente, ma qui ci troviamo in una situazione pratica e psicologica di convenienza reciproca (assicurazione/consumatore) che porta vantaggi ad entrambi. A voglia a questo punto il carrozziere a lamentarsi che il cliente non passa più da lui, ma allora c’è da chiedersi chi è oggi il cliente per il carrozziere: l’intestatorio-proprietario del veicolo o quello che paga la riparazione? Tenuto conto che chi paga oggi le riparazioni sono sempre meno i privati e sempre più le compagnie di assicurazioni, va da se che assume maggiore rilevanza ai fini del carrozziere il “committente” cioè colui che fornisce il lavoro e poi lo paga. Qualcuno potrebbe obiettare che questo stravolge le leggi di mercato. Premesso che il mercato cambia e che occorre adeguarsi, la risposta è insita nella stessa legge sull’obbligo ad assicurare i veicoli a motore per la RCA e nel regolamento sul risarcimento diretto che hanno offerto strumenti legislativi al mercato assicurativo per poter agire in questo modo, tenuto conto che il risarcimento del danno è un “servizio” gestito da chi incassa il premio assicurativo e regolato da una legge dello stato. Protestare ora non serve a nulla, occorreva farlo molto tempo fa per poter cambiare le regole, ora serve solo a far arrabbiare sempre di più quella parte di carrozzieri che non riesce a capire che le regole del gioco sono cambiate.

Autoinforma

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

io carr

Sfoglia
Editoriali