Eco1Partono oggi il “bonus” e il “malus”, per usare termini assicurativi, sugli incentivi per l’acquisto di veicoli ecologici e disincentivi per quelli maggiormente inquinanti. [...]
L’agenzia delle entrare ha chiarito alcuni aspetti di incertezza sull’applicazione dell’ecotassa per i veicoli inquinanti precisando che nulla è dovuto se il contratto è stato sottoscritto prima del 1 marzo 2019 e, inoltre che l’acquirente o il richiedente dovrà pagare con modello F24 entro il giorno d’immatricolazione del veicolo. Molti sono stati, infatti, i concessionari che nel dubbio hanno immatricolato le vetture a chilometro zero per evitare l’ecotassa.
Per quanto riguarda, invece, l’ecobonus è prevista la registrazione sul portale https://ecobonus.mise.gov.it/ per poter accedere alla prenotazione dell’incentivo e si avranno a disposizione 180 gironi dalla prenotazione per la consegna del veicolo.
Va ricordato ricordato che il contributo variabile da 1.500 a 6mila euro è riconosciuto per l’acquisto (anche in locazione finanziaria) e immatricolazione in Italia dal 1°marzo 2019 al 31 dicembre 2021, di un veicolo adibito al trasporto di persone fino a 8 posti, oltre il conducente (categoria M1), nuovo di fabbrica con emissioni inquinanti di CO₂ inferiori a 70 g/km e prezzo da listino ufficiale della casa produttrice inferiore a 50mila euro (Iva esclusa). Il contributo all’acquirente viene erogato direttamente dal venditore sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto il quale sarà rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione.

Sfoglia
Editoriali

1 1