AbarthAutometroretrò e Automotoracing hanno aperto i battenti a Lingotto Fiere di Torino, il 31 gennaio e fino al 3 febbraio gli appassionati e addetti ai lavori avranno tempo per vedere e mostrare i loro “gioielli”. [...]
Supercar e bolidi da competizione e non d’epoca in un lungo fine settimana dedicato ai motori a due e quattro ruote. Le due rassegne sono giunte rispettivamente alla 37° e alla 10° edizione, dedicate al motorismo storico, al mondo delle corse e delle alte prestazioni, organizzate da Bea con il patrocinio della Città di Torino e il contributo di Catawiki, Parkelo e Sparco.
Beppe Gianoglio, organizzatore di Automotoretrò, spiega che, “Passato, presente e futuro si contaminano e attraggono i cultori dell’automobile di ogni età: lo dimostra il grande successo di pubblico della precedente edizione, che ha visto la partecipazione di oltre 67.000 visitatori e centinaia di trattative private andare a buon fine. Quest’anno la grande festa dei motori si arricchirà di un programma ancora più intenso”.
Ad accogliere i visitatori all’ingresso del padiglione centrale sarà la retrospettiva “Scorpione 70”, un viaggio alla scoperta del mitico marchio Abarth, fondato a Torino nel 1949 dall’ex pilota Carlo Abarth e diventato in tutto il mondo sinonimo di performance e stile italiano, esclusività e tecnologia, capace di far sognare intere generazioni di appassionati delle quattro ruote.
In fiera saranno celebrati anche i compleanni di altre icone che hanno segnato la storia dell’automobilismo dello scorso secolo: Autobianchi con i modelli disegnato 50 anni fa da Dante Giacosa, la Discovery Land Rover del 1989 e la Jaguar Mk2 del 1959.
Obbligo, infine, per gli appassionati, ma soprattutto per gli operatori, la visita allo stand dei ricambi d’epoca per moto e vetture di ogni tipo.

stampa1 Jaguar Autobianchi
Portello Esterno1 ricambi1



Sfoglia
Editoriali

1 1