eco1Il Governo si appresta ad emanare incentivi e disincentivi per l'acquisto di auto nuove nell'ottica di migliorare la qualità dell'aria che respiriamo nelle nostre città. [...]
Tutti i media, le associazioni di categoria e i costruttori si sono scagliati contro (pochi pro) i provvedimenti sostenendo che così si ucide il settore mettendo in difficolta aziende e posti di lavoro. Salvini e Di Maio, l'uno contro e l'altro a favore, si sono sperticati nel rispondere che il provvedimento è provvisorio e che sarà sicuramente soggetto a revisione in funzione degli incontri che si avranno la settimana prossima con le parti interessate. Certo è che un provvedimento di penalizzazione ci dovrà essere, se non altro per trovare le risorse per gl'incentivi sui veicoli meno inquinanti, primi fra tutti quelli elettrici. 
Per il momento tanto fumo e poco arrosto, verrebbe da dire e, contrariamente a quello che molti pensano, anzichè improvvisazione questo non sia un metodo per "sparare alto" per poi adeguare il "tiro" a quelle che sono realtà più sostenibili, come per esempio sta avvenendo con la Commissione europea sulla manovra di bilancio. Così si accontentano tutti, elettori compresi.   
Poichè l'argomento incentivi al nuovo o rattamazione al vecchio interessa anche il settore dell'autoriparazione, vi terremo costantemente informati.