nasaLa faccenda si complica sempre di più. L'#auto a guida autonoma attraverso i suoi innumerevoli sensori e sistemi di rilevamento oggi riesce a vedere non solo quello che accade intorno a se, ma anche quello che c'è sotto, anzi, quello che c'è sotto neve, ghiaccio e fango che possono influenzare la lettura dei sensori e altri sitemi che sono alla base del sistema di gestione dell'auto senza conducente. Per ovviare a questo inconveniente la società WaveSense propone tecnologie di origine militare che attraverso una scansione con radiazioni elettromagnetiche sotto la vettura e l'eventuale manto di neve, ghiaccio o fango, riesce ad effettuare una mappatura del suolo che è alla base della #guida_autonoma, si viene così a creare un algoritmo che aggiunge una quinta dimensione, cioè quella del "sotto" non visibile.

La tecnologia avanza molto rapidamente, ma poi occorre che qualcuno sappia mettere le mani su queste macchine-robot.

#autoriparatori #diagnosi_auto