dollariCome riuscire a mantenere il cliente e recuperare una riparazione che supera il valore di un veicolo. È questo uno dei principali quesiti che attanagliano i carrozzieri quando la riparazione è “apparentemente” antieconomica. La percentuale di veicoli incidentati che sarebbero destinati alla demolizione, poiché la loro riparazione non sarebbe economicamente conveniente, è in crescita. [...]

È evidente che quando parliamo di alte percentuali di veicoli che sarebbero da demolire ci riferiamo a mezzi non nuovissimi, già con qualche anno di utilizzo che, pur se in buone condizioni, il loro valore può essere assorbito da un danno che, seppur non gravissimo, attiva i meccanismi di protezione rendendone antieconomica la riparazione.
Il fenomeno è più che raddoppiato negli ultimi quindici anni e le cause prevalenti vanno ricercate nella maggiore sofisticazione dei veicoli, ormai dotati di sistemi di assistenza alla guida, protezione dei passeggeri e di assorbimento degli urti sempre più efficaci, che rendono estremamente costosa la riparazione. Se a ciò associamo le difficoltà che ancora molti hanno per l’acquisto del nuovo e un mercato dell’usato alquanto competitivo, vengono meno le motivazioni per affrontare un percorso riparativo da parte dei clienti, nel caso il costo della riparazione sia pari o, anche di poco superiore al valore del veicolo incidentato. Non vanno sottovalutate, inoltre, le difficoltà che in questi casi sono poste dalle compagnie assicurative per il risarcimento del costo integrale della riparazione.
La questione per il carrozziere non è di poco conto, basti pensare che spetta spesso a lui convincere il cliente che vale la pena riparare anziché no e che, nel primo caso, dovrà sobbarcarsi l’onere di gestire il risarcimento con il perito e l’assicurazione competente. Infatti, con l’avvento dello strumento della cessione del credito, si è spostato l’asse della gestione delle procedure di risarcimento del danno, dal danneggiato all’autoriparatore.
E allora, La domanda che ci sentiamo rivolgere da parte degli autoriparatori è sempre la stessa: “quali sono le condizioni in cui possiamo riparare quando il costo supera il valore del mezzo? E in questo caso come si comporta l’assicurazione? La risposta non può che essere articolata in funzione delle molteplici situazioni che non sono solo ascrivibili all’aspetto legale ed economico, ma anche al buon senso.

L'articolo intero è stato pubblicato sul numero novembre/dicembre di ioCarrozziere. Per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1 1