officineIn Italia continua a espandersi la rete di assistenza autoveicoli che ha chiuso gli ultimi dodici mesi con 86.499 imprese complessive registrando un più 1,16% rispetto al 2015. I gommisti e gli autolavaggi sono aumentati, mentre restano costanti i dati delle categorie di meccanici e carrozzieri. [continua a leggere]
Coloro che decidono oggi di avviare un’attività devono strutturare anticipatamente un valido e preciso business plan. Questo riguarda anche il settore dell’autoriparazione, dove si registra un aumento della rete di assistenza delle officine destinate a diventare sempre più tecnologica. Per tenere il passo con i cambiamenti nel comparto automotive, sono stati molti i professionisti che hanno iniziato a investire su attrezzature e strumentazioni all’avanguardia, ma anche sulla formazione del personale. Nel 2016, ad esempio, secondo i dati dell’Osservatorio Autopromotec (fonte: CERVED), in Italia gli autoriparatori sono stati 86.499 facendo registrare una crescita dell’1,16% (993 in più) rispetto al 2015. Nel dettaglio, analizzando i singoli settori si nota che l’incremento maggiore si è avuto tra le aziende di autolavaggio, gommisti e meccanici. Le regioni interessate da tale fenomeno sono concentrate per lo più nelle aree del Centro e del Nord Italia, rispettivamente con 1,9 e 1,5% di crescita annua (317 e 563 nuove officine aperte negli ultimi 12 mesi). 

L'intero articolo è reperibile sulla rivista Io CARROZZIERE, Se vuoi procedere con la lettura clicca QUI.