Valutazioni tecniche
Stima del danno auto
Seminari
Tecniche riparative - Gestione del sinistro - Assistenza aziendale
Blog
Notizie, curiosità, informazioni
Adesivi e sigillanti
Seminario sul corretto utilizzo di adesivi e sigillanti
I nuovi materiali nella costruzione degli autoveicoli
Acciai alto resistenziali e Leghe di alluminio
La gestione del sinistro
Gestire il sinistro in carrozzeria
Furto - Incendio - Kasko
Interpretare correttamente le garanzie CVT nella liquidazione del danno
 
 
 

neroChi gestisce oggi in Italia un'attività commerciale, artigianale, industriale o di servizi, la sopravvivenza è diventata impresa quasi impossibile, tenuto conto degli adempimenti burocratici e delle tasse da pagare. Identica difficoltà vale anche per il normale cittadino che fa sempre più fatica ad arrivare a fine mese. Dopo aver eliminato il superfluo, tagliato sulle spese generali, aver intaccato il risparmio, inizia a controllare ogni capitolo della spesa; a ridurre e calibrare i consumi […]

Chi è a reddito fisso (dipendenti, pensionati) difficilmente sfugge alla crescente pressione. Chi ha un'attività in proprio ha una possibilità in più di mantenersi a galla, incrementando il "nero". La soluzione, in questo caso, anche se non facile, è quasi obbligata, si rischia di più che non nel passato, ma è ormai una questione di soppravvivenza. Solo così alcune aziende, che dovrebbero consegnare i libri ed essere cancellate dai registri delle attività, riescono a tirare avanti. Lo stesso dicasi per molti professionisti, il calo dei clienti e la minor circolazione di denaro ha toccato pesantemente anche loro, anzi questi sono coloro che hanno minori alternative di differenziare i loro guadagni e quindi, quando possono, il ricorso al "nero" è d'obbligo.
Siamo arrivati alla "disubbidienza fiscale"; in una località piemontese i commercianti, negozianti si sono accordati per non emettere scontrini fiscali. La logica che una mano lava l'altra e entrambe fregano lo stato e gli onesti che pagano le tasse, diviene in alcuni casi, ormai un modo di dire, neppure censurabile, posta la situazione in atto. Abbiamo quotidianamente davanti a noi esempi di elusione ed evasione fiscale clamorosi, ruberie e privilegi anacronistici in una situazione drammatica nella quale versano sempre più cittadini, imprenditori, artigiani. Lucrare sul fatturato, non emettere ricevute fiscali, diviene quasi un fatto lecito. Anche l'autoriparatore non è esente da questo meccanismo, la sua categoria è da sempre sotto osservazione per essere una di quelle che fattura meno di quello che dovrebbe per cui, per mantenere viva l'attività ha oggi due alternative: ridurre drasticamente le spese, il che equivale quasi sempre a ridurre il personale, oppure aumentare la quota del "nero", ma questo vale solo per chi lo può fare, perchè chi lavora prevalentemente per le compagnie di assicurazioni, flotte ecc., tale prassi è quasi impossibile o - quanto meno - sconsigliabile.

Autoinforma

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna