La Camera ha approvato il testo defintivo del DDL Concorrenza, modificando sostanzialmente e formalmente quello che era il testo originale, basato sulle indicazioni dell'AGCM che avrebbe portato beneficio ai consumatori sui premi di polizza. [...]
In sostanza sono state eliminate le clausole del risarcimento in forma specifica e della non cessione del credito e, conseguentemente, anche i relativi sconti. Inoltre, sono scomparse le norme per quanto riguarda la lotta alle frodi in ordine alla riduzione dei tempi di denuncia di un incidente e alla presenza di falsi testimoni che avrebbero anch'esse contribuito alla riduzione dei premi assicurativi. Dulcis in fundo, gli assicurati del mezzogiorno dotati di black box senza incidenti per cinque anni, possono avere un trattamento di favore. Il fatto che non si  tenga conto: della frequenza sinistri, qualità del traffico e stato delle strade, significa scaricare il costo sugli utenti delle altre parti d'Italia che sono meno soggetti a causare incidenti.
Pertanto, se da un lato è stata fatta giustizia per i carrozzieri indipendenti, eliminando la clausola del risarcimento in forma specifica e la non cessione del credito, occorre evidenziare che il Disegno di Legge così modificato non produce particolari benfici per gli utenti circa una riduzione "significativa" dei premi per l'R.C.Auto... almeno così come era stato originarimente predisposto.  
Adesso sono attese modifiche al Senato.

Autoinforma

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

1 1

GENERALICAR

generali 300x250