Valutazioni tecniche
Stima del danno auto
Seminari
Tecniche riparative - Gestione del sinistro - Assistenza aziendale
Blog
Notizie, curiosità, informazioni
Adesivi e sigillanti
Seminario sul corretto utilizzo di adesivi e sigillanti
I nuovi materiali nella costruzione degli autoveicoli
Acciai alto resistenziali e Leghe di alluminio
La gestione del sinistro
Gestire il sinistro in carrozzeria
Furto - Incendio - Kasko
Interpretare correttamente le garanzie CVT nella liquidazione del danno
 
 
 

Secondo il comunicato stampa n. 29/13 della Corte di giustizia dell’Unione europea del 14 marzo 2013, gli accordi sui prezzi per la riparazione di veicoli assicurati conclusi tra le società di assicurazioni e le officine di riparazione hanno un oggetto anticoncorrenziale e sono dunque vietati qualora siano, per loro propria natura, dannosi al buon funzionamento del gioco normale della concorrenza [...]

Tale dannosità deve essere valutata in rapporto ai due mercati coinvolti, quello delle assicurazioni automobilistiche e quello della riparazione di veicoli.

Il caso specifico verteva sul fatto che i concessionari (Ungheresi) riparavano i veicoli danneggiati con tariffe concordate (o meglio consigliate) che variavano in funzione del quantitativo di polizze vendute per conto di due compagnie di assicurazioni che avrebbero poi pagato il danno. Si è quindi ravvisata restrizione della concorrenza per uniformazione delle tariffe orarie di riparazione, ma anche di mancata o grave indebolimento della concorrenza sul mercato delle assicurazioni fra le stesse compagnie.

E’ presto perchè i carrozzieri italiani indipendenti cantino vittoria, questa decisione riguarda casi specifici avvenuti in Ungheria, anche se per uniformità potrebbe però essere valida anche in Italia, tramite l’Antitrust che dovrebbe fare da garante.

Autoinforma

© RIPRODUZIONE RISERVATA