Il nuovo strumento agevolativo istituito dal decreto-legge Del Fare (art. 2 decreto-legge n. 69/2013) è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, che realizzano investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali [...]

Leggi tutto: Beni strumentali (Nuova Sabatini)

http://autoinforma.bloog.it/files/2014/02/index.jpgIl 3 marzo 2014 parte la seconda trance e il sistema diventa un obbligo. Fino al 31 dicembre 2014 le sanzioni rimangono quelle relative alla gestione della documentazione cartacea. Entro il 30 aprile occorre versare il contributo annuale 2014. A fine anno, il 31 dicembre, termina la possibilità di utilizzare la documentazione cartacea, il Sistri diventa obbligatorio e scatteranno le relative sanzioni.

Autoinforma

Leggendo il titolo il vostro pensiero è corso subito al corrispettivo del risarcimento che secondo la versione contenuta nell’art. 8 (abrogato), era condizionato alla somma che la compagnie avrebbe pagato al proprio carrozziere di fiducia. Nell’impostazione del nuovo Ddl questa frase non c’è più, questo non significa che ciascuno sarà libero di fatturare come e quanto vuole, sicuramente una regola va data, ma questa non può che essere uguale per tutti (chi ripara e chi paga), cioè: i riferimenti tecnici (tempi, materiali) e tariffa differenziata per tipologia di carrozzeira per la quantificazione della riparazione [...]

Leggi tutto: Valore della riparazione

Dossier completo sulla scatola nera curato dall’ANIA che tocca tutti i punti: tecnici, gestionali, relativi alla privacy e altri dubbi che affliggono i poveri utenti e tutti gli oepratori del settore. Con questo bel libricino vengono ben spiegati i vari meccanismi, congegni e funzionamento dello strumento, rimane un piccolo dubbio: chi, come e in che modo verranno utilizzati i dati, chi controlla chi legge e interpreta i dati e, in particolar modo, poichè i dati registrati nel crash di un sinistro si prestano ad applicazioni di responsabilità da circolazione stradale pressochè unilaterali, quali strumenti ha il comune cittadino per difendersi?   Il rischio è che lo sconto iniziale, a fronte di tanti rischi, non sia più appetibile.

Vai al dossier

Autoinforma

Il divieto di cessione del credito è l’altro aspetto principale contestato dai carrozzieri tra le norme che dovrebbero modificare il risarcimento dei danni nella RCA. E’ pur vero che fino a oggi la cessione del credito ha permesso alle carrozzerie “indipendenti” di continuare, spesso con sacrifici e rinuncie, a mantenere la propria attività, ma se l’attuale normativa prevede che, indipendentemente da chi sia il riparatore, il pagamento debba andare allo stesso, non ha più senso che questi si faccia rilasciare la cessione del credito quando il pagamento diretto è già previsto dalla legge....

Leggi tutto: Ha ancora senso la cessione del credito